Segui

Tutti che svelano il trucco per avere Windows 10 gratis, ma con tutte le versioni di Linux che ci sono!!!!

@selectallfromdual

Non so molto di windoze, ma mi pare che "gratis", essendo egli morto da parecchio tempo, comporti la cessione dei propri dati personali a MS. Sbaglio?

@morven non ero arrivato quel ragionamento, secondo me Windows fa schifo e basta

@selectallfromdual
pero' lo sai anche tu che esistono software specialistici molto costosi che sono stati sviluppati solo su sistemi operativi microsoft e che se vuoi lavorare in certi settori (ad es. idraulica marittima, rilievi sottomarini, ecc.) non puoi fare a meno di adottare Windows
@morven

@jgeeraerts la mia condanna va a chi può fare il passaggio e non lo fa, perché se le SH si rendessero conto che l'utilizzo di Windows fosse sotto il terzo degli users, preparerebbero i loro software anche per gli altri sistemi. Per quanto Ubuntu possa essere sotto alla media delle concorrenti, Canonical ha fatto un ottimo lavoro per renderlo più semplice anche di Windows, ma tutti si ostinano a tenersi i paraocchi. @morven

@selectallfromdual
forse hai ragione - ho riportato esempi di software "di nicchia" che hanno una platea di utenti molto ristretta e non sono in grado di valutare la sostenibilita' economica per una SH di rendere un applicativo specialistico funzionante anche in ambiente Linux
@morven

@jgeeraerts si ma non voglio avere ragione 😂 il punto è che chi acquista software costosi, lo fa sicuramente per computer di lavoro, che utilizza solo in quel frangente. Nel tuo caso chi si occupa di rilievi sottomarini difficilmente si ritrova ad usare lo stesso comp nel quotidiano. A quel punto può anche installarsi SolarisOS se gli serve per lavoro. Chi si accaparra un "Windows gratis" invece sicuramente non ha bisogno di prodotti di nicchia, e in open source trova montagne di sw @morven

@selectallfromdual

Buon ragionamento!

Comunque si possono usare tattiche di aggiramento del problema.
Caso prototipico: piccolo imprenditore o freelance con una macchina sola, si trova a dover usare il pacchetto Adobe, che non gira su Linux. Ebbene, può sempre usare il dual boot o un emulatore tipo virtualbox per farci girare sopra i software di cui necessita. A quel punto uindoze "gratis" va benissimo

@jgeeraerts

@selectallfromdual

Non credo che funzionino le ultime versioni del pacchetto Adobe con Playonlinux/Wine

@jgeeraerts

@morven @selectallfromdual @jgeeraerts sì e no. più si porta roba "su web", più si allarga lo spessore di astrazione tra le winapi e le loro. più ci si allontana dalle API a basso livello, meno codice c'è da "emulare".
quindi, per assurdo, le applicazione più recenti, che sono più complesse, sono più facili da far girare sotto [non-]emulatori/virtualizzatori.

@chainofflowers esatto, è solo da provare. Tante applicazioni scritte in html5 si vedono senza problemi.
@jgeeraerts @morven

@selectallfromdual

Ma se dovessi riprovarci, al momento potrei farlo solo con la versione di fotoschoppe che Adobe rilascia gratuitamente online. Quella non recente, per intenderci. Poteri riuscirci? Boh, magari qualche guida online la trovo, non sarò il solo ad averci pensato.
Rimugino e poi vi faccio sapere! Grazie per le dritte!

@chainofflowers @jgeeraerts

@chainofflowers

Interessante. Nella mia modesta esperienza ho smadonnato con un photoshop tentando di installarlo su wine, mancava sempre la dll tale e talatra in un rinvio infinito di dipendenze (patologiche). Quindi ho rinunciato. Per quel poco che devo farci, mi basta GIMP.

Poi nel mio modo di pensare del tutto emotivo, preferisco un emulatore con sopra un windows. Per migliore isolamento, quella roba la voglio toccare solo da lontano e con gli stecchini

@jgeeraerts @selectallfromdual

@morven @jgeeraerts @selectallfromdual io sono fermo alla CS6, ormai da tempo. ho troppo bisogno della sua taglierina ;-)

e comunque la “usabilità” di gimp è, secondo me, davvero un ottimo argomento sempreverde per continuare a fare alchimie con wine e photoshop…

@chainofflowers

Con la taglierina di GIMP faccio tutto quello che devo. È la compressione per web che manca (che in fondo è quello che a me veramente serve)

@jgeeraerts @selectallfromdual

@morven
GIMP JPX e Webp sono supportati tramite plugin esterni.

e comunque le adobe recenti sono una bestemmia farle girare su wine... cS6 gira Silver
@chainofflowers @jgeeraerts @selectallfromdual

@penguyman

Provo ad approfondire, casomai se non ci capisco una minchia (cosa probabile), torno a romperti

@chainofflowers @jgeeraerts @selectallfromdual

@penguyman

Nada, il plugin salva per web non si trova. I link che ci sono in giro che puntano alla repository su gimp.org danno tutti un 404 😥

@chainofflowers @jgeeraerts @selectallfromdual

@morven @chainofflowers @jgeeraerts @selectallfromdual

Questo per WebP: github.com/nathan-osman/gimp-w

Non tutti i siti/ app leggono il webp ma se lo fanno si risparmia in banda anche il 60% per la stessa qualità.

@penguyman già, e non capisco perché wordpress ancora debba adeguarsi a questo formato @morven @chainofflowers @jgeeraerts

Mostra di più
Accedi per partecipare alla conversazione
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon Italia!
This is an italian instance, please don't register if you can't read or write in italian language.
Mastodon.uno è il social italiano generalista indipendente, etico, libero, gratuito, decentralizzato, è una istanza italiana che fa parte della federazione mastodon: il fediverso. Mastodon.uno è l'istanza italiana del fediverso che rispetta la privacy: senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità.
Mastodon.uno non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari.
Mastodon.uno è il social etico che non ti profila e non usa algoritmi, non deciderà mai cosa devi vedere, cosa devi comprare e quali persone seguire. Per maggiori informazioni qua abbiamo creato la prima guida italiana a mastodon.

Perchè iscriversi a mastodon.uno

Mastodon.uno è l'istanza esclusivamente italiana limitata solo a chi comprende e scrive l'italiano.
Siamo la prima community italiana ad essere consigliata dal sito ufficiale di mastodon, in quanto seguiamo rigidi criteri di affidabilità fra cui: backup giornalieri, più di un responsabile tecnico disponibile in caso di emergenza, garanzie tecniche nel mantenere il sito sempre attivo online, moderazione attiva contro azioni discrimitorie e di odio, nessuno scopo di lucro. Mastodon.uno è inoltre una delle poche istanze in cui è attiva la ricerca sul testo, che è disattivata nella maggior parte delle istanze per risparmiare sui costi, noi forniamo un servizio completo per mantenere una memoria storica su ciò che si scrive e poterlo facilmente recuperare.

Supporta la community Italiana

Dal momento che non abbiamo alcuno scopo commerciale, non serviamo annunci promozionali e non vendiamo dati, ci affidiamo al vostro supporto. Se utilizzi mastodon.uno e ti piace la guida che aggiorniamo costantemente su mastodon.it fai una donazione, per aiutarci bastano pochi centesimi alla settimana per coprire i costi di un account attivo:


Mastodon non ti obbliga a iscriverti con il tuo nome e cognome o con il tuo numero di telefono, puoi mantenere la tua privacy ed utilizzare qualsiasi nome, abbiamo solo bisogno di una email per la verifica.
Mastodon.uno è l'istanza italiana gestita da utenti italiani per gli utenti italiani, spetta a te decidere cosa vedere in modo cronologico scegliendo chi seguire, unisciti al team di supporto e diventa un utente sostenitore.
Mastodon.uno è collegata a tutto il network mastodon, è autogestita ed autofinanziata, non è una società che cerca di creare profitto dalla tua vita e dai tuoi contenuti, non raccoglie, elabora e vende informazioni personali. Mastodon si autofinanzia con le donazioni, il tuo supporto via Liberapay è fondamentale per mantenere questo servizio attivo ed efficiente.