Segui

sta facendo sempre più schifo dal punto di vista della .
Finché ci sarà , continuerò ad usare il mio .

@peste usare una versione "modificata" di android fa così brutto? tipo LineageOS et simila O.o

@UnitooWebRadio Ho sviluppato anche qualche app per Android e ne ho provati molti senza pregiudizi. Sui dispositivi che ho tenuto ho installato LineageOS, MA:
1) Non è una cosa che tutti sanno/possono/vogliono fare: molti sono insensibili al tema della privacy ad esempio;
2) LineageOS non esiste per tutti i dispositivi;
3) Ci sono ancora parecchi problemi di compatibilità e performance da appianare...

@UnitooWebRadio Senza contare che sbloccare il bootloader e flashare una ROM non ufficiale invalida la garanzia del dispositivo per la quasi totalità dei principali produttori.

@peste ci sono, comunque, versioni modificate di android, che non sono LineageOS, anche per quei dispositivi che non supportano LineageOS... concordo, comunque sui tuoi 3 punti... per quanto riguarda la garanzia io, comprando sempre roba usata, quindi "facilmente hackerabile" non mi preoccupo della garanzia XD
l'unica volta che ho comprato un aggeggio nuovo... l'ho letteralmente distrutto O.o

@UnitooWebRadio ci sarebbe da discutere per ore su questa cosa. Ho cercato di essere schematico. Capisco che "volendo" si possa fare, ma quasi nessuno è disposto ad imparare come fare e soprattutto a convivere con gli inconvenienti della procedura.
Le versioni "unofficial" di cui parli spesso presentano patch e modifiche non open source, che vanificano l'intero tentativo di ottenere l'indipendenza informatica.

@peste il più grande "problema" è, appunto "l'indisposizione" del 90% degli essere umani a fare un pochino di fatica XD

per le versione "unoffy", anche li, basta "sbattersi" e cercare quella che più si adatta alle tue esigenze (indipendenza informatica compresa)

e si... anche un giorno intero di discussioni non sarebbe sufficente ^^

@UnitooWebRadio Mi è sempre venuto difficile fidarmi di software non ufficiale patchato in modo "oscuro" da altri utenti... Magari sono solo diffidente, ma è una cosa che non consiglierei di fare.
In ogni caso il problema è molto più radicato, ed il sistema operativo è solo la superficie: pensa alle app sul Play Store ad esempio. Ognuna integra i servizi di Google che le sono necessari per funzionare.

@peste parli con uno che usa solo f-droid e non ha mai usato whattsapp O.o

nessuno dice di fidarsi, se non ti fidi di un qualcosa "aprilo e vedi come è fatto"... questo deve (dovrebbe) essere alla base di tutto XD

(purtroppo questo non succede, ne sono consapevole, perchè a quel cactus di 90% di umani... piace la vita facile)

@UnitooWebRadio hahaha sai che nel lungo periodo tra iPhone 4 ed iPhone XR ho usato solo dispositivi Android con Cyanogenmod/Lineage totalmente de-googlizzati, Fdroid e Telegram? Ma siamo pochissimi! 🙄

@peste ovvio che sono pochissimi...
tutti usano "le cose brutte" di google e friends XD

semplice concetto di domanda/offerta (purtroppo) O.o

e ti odio perchè usi iPhone :p

@UnitooWebRadio Ho passato anche io la fase di hating verso Apple, ma ultimamente diffido di Google.

@UnitooWebRadio La diffidenza è scontata per entrambi. Se non altro ultimamente Apple si mostra più ricettiva verso la richiesta di più privacy da parte degli utenti, il ché non è un male.

@UnitooWebRadio Per la questione che fa pagare i propri dispositivi, spesso datati, tipo 5 volte il loro costo effettivo di produzione?

@peste per un discorso etico, a monte... come azienda (unitoo.it) prima che come webradio ci siamo imposti un'etica e delle regole ben precise, che quasi tutte le aziende (come apple) non seguono affatto XD

@UnitooWebRadio Credo che facciate molto bene a dare il buon esempio ai privati cittadini che vi seguono 😀 Le decisioni e le azioni di un'azienda sono ancora più importanti delle scelte del singolo cittadino, e dovrebbero sempre essere prese con giudizio.

@peste come azienda... ci credi che non troviamo dipendenti/collaboratori (in italia intendo)? u.u
sempre per quelle poche ma etiche regolette che ci siamo imposti XD
(un poco come con la radio)

@UnitooWebRadio Beh non mi stupisce. Se chiedi ad un italiano di GNU/Linux pensa che sei un immigrato africano. 😂

@peste ecco, quindi hai capito quanto sia difficile, per noi, avere intrapreso questa... crociata? XD

Mostra di più

@UnitooWebRadio Pensa alla comunicazione ad esempio. Pur di non fare la fatica di scaricare un'altra app più affidabile la maggior parte delle persone usa ancora Facebook e Whatsapp.

@peste buuuuu.....io mi sono appena fatto gdrive 🤦‍♀️

@Ilfusa è come consegnare le chiavi di casa al vicino. Volendo puoi farlo, se non ti infastidisce che ficchi il naso quando non ci sei...

@peste suggerimenti? Usavo Sestile come server cloud su raspberry...ma alla fine finivo in continuazione lo spazio

@Ilfusa Dipende da ciò che ci carichi. Devi essere consapevole che ti apre gli zip (anche protetti da password) per "sicurezza", e che cerca volti e testi nelle immagini, che scansiona i PDF in cerca di ricevute di acquisti eccetera... Insomma.

@peste tutto quello che hai detto insomma ... Dal mio punto di vista, non ho cose da nascondere ne a livello finanziario ne sessuale (perché di questo alla fine si parla). Ho perso un HD da 2giga un mese fa e se non avessi avuto tutto in cloud mi sarei strozzato

@Ilfusa Il cloud sicuramente è molto comodo e non va demonizzato. Bisogna solo ricordare che "cloud" == "il computer di un altro".
Ci sono delle soluzioni "zero-knowledge" in cui il fornitore del servizio non ha modo di decifare i contenuti che carichi.

@peste si ma costi umani però... anche spideroak mi interessava ma mi pesa troppo $$$

@Ilfusa Spideroak l'ho usato per un bel po' di tempo al posto di quello schifo di Dropbox, ma poi è diventato esclusivamente a pagamento. Ora uso Sync.com, canadese, versione gratuita. Alla fine devo solo sincronizzare vari script, quindi mi bastano ed avanzano i GB offerti gratuitamente.

@peste ye do un'occhiata stasera...e che io attualmente ho 68giga occupati quindi mi serve un po' di spazio.

@peste Google non è Android e comunque l'iPhone di certo non spicca per privacy

@manuel @peste diciamo che Apple usa la privacy come doppia arma, un po' per ingolosire chi ci tiene alla privacy e proprio non sopporta fare la puttana di google, e un po' per appunto segare la raccolta di dati dai diretti concorrenti per non foraggiarli gratuitamente in casa.
Salla versione ios12 c'è stato un netto passo in avanti per la privacy.

Accedi per partecipare alla conversazione
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon Italia!

Mastodon.uno è il primo social italiano indipendente generalista, etico, libero, gratuito, decentralizzato è una istanza italiana che fa parte della federazione mastodon: il fediverso. Mastodon.uno è l'istanza italiana del fediverso che rispetta la privacy: senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità.
Mastodon.uno non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari.
Mastodon.uno è il social etico che non ti profila e non usa algoritmi, non deciderà mai cosa devi vedere, cosa devi comprare e quali persone seguire. Per maggiori informazioni qua abbiamo creato la prima guida italiana a mastodon.

Perchè iscriversi a mastodon.uno

Siamo la prima community italiana ad essere consigliata dal sito ufficiale di mastodon, in quanto seguuiamo rigidi criteri di affidabilità fra cui: backup giornalieri, più di un responsabile tecnico disponibile in caso di emergenza, garanzie tecniche nel mantenere il sito sempre attivo online, moderazione attiva contro azioni discrimitorie e di odio, nessuno scopo di lucro. Mastodon.uno è inoltre una delle poche istanze in cui è attiva la ricerca sul testo, che è disattivata nella maggior parte delle istanze per risparmiare sui costi, noi forniamo un servizio completo per mantenere una memoria storica su ciò che si scrive e poterlo facilmente recuperare.

Supporta la community Italiana

Dal momento che non abbiamo alcuno scopo commerciale, non serviamo annunci promozionali e non vendiamo dati, ci affidiamo al vostro supporto. Se utilizzi mastodon.uno e ti piace la guida che aggiorniamo costantemente su mastodon.it fai una donazione, per aiutarci bastano pochi centesimi alla settimana per coprire i costi di un account attivo:



Mastodon non ti obbliga a iscriverti con il tuo nome e cognome o con il tuo numero di telefono, puoi mantenere la tua privacy ed utilizzare qualsiasi nome, abbiamo solo bisogno di una email per la verifica. Oppure al contrario se desideri avere un account vericato puoi verificare la tua identità. Se hai un sito basta inserire un piccolo script che trovi nel tuo pannello di modifica del profilo all'interno della homepage del tuo sito/blog. Oppure utilizzando l'app open source keybase per verificare la propria identità su più social: keybase su mastodon.uno
Mastodon.uno è l'istanza italiana gestita da utenti italiani per gli utenti italiani, spetta a te decidere cosa vedere in modo cronologico scegliendo chi seguire, unisciti al team di supporto e diventa un utente sostenitore.
Mastodon.uno è una istanza italiana collegata a tutto il network mastodon, è autogestita ed autofinanziata, non è una società che cerca di creare profitto dalla tua vita e dai tuoi contenuti, non raccoglie, elabora e vende informazioni personali. Mastodon si autofinanzia con le donazioni, il tuo supporto via Patreon e Liberapay è fondamentale per mantenere questo servizio attivo ed efficiente.