Segui

Stiamo aggiungendo una sezione ai termini di servizio per evitare che Mastodon.uno venga invaso da account di propaganda partitica e da account di santoni, sette, movimenti spirituali/ascetici:

"Mastodon.uno è una community apartititica, aconfessionale e senza scopo di lucro.

Account con finalità di propaganda partitica (come sezioni di partito, movimenti, liste elettorali) o account religiosi, spirituali ed ascetici non possono essere ospitati"

Gli account saranno seguibili su altre istanze.

@mastodon a proposito dello scopo di lucro, è possibile includere anche coloro che "vendono" qualcosa?

Ovvero, capisco far vedere una propria opera (libro, illustrazione, ecc) ma la pubblicità... anche qui?
Fermo restando che posso utilizzare il Silenzia/Blocca.

Ma una delle cose che qui mi fanno stare bene è non avere un toot commerciale ogni tre.

Ne ho ravvisati pochi, sinora.
E nulla vieta di creare istanze dedicate a ciò, peraltro.

@trustlozio si ovviamente in alcuni casi come scrittori, artisti, ma anche artigiani ecc possono promuovere i loro lavori, devono obbligatoriamente verificare il loro account e comunque dare un valore aggiunto all'istanza, e non solo sfruttarla per far cassa.

@trustlozio @mastodon ma perché vendere un libro, un opera, ecc... non è vendere qualcosa?
L' unica pubblicità ben accetta (secondo me) è ricordare saltuariamente agli utenti che l'istanza vive grazie alle donazioni ...come avviene anche su Wikipedia

@emanuelegori @trustlozio @mastodon io penso che mostrare una propria opera artistica, di intelletto, rappresenta solo indirettamente una pubblicità. E' pur sempre un'opera creata dal proprietario del toot.
Allora postare un video musicale da youtube diventa pubblicità/promozione?
Se faccio un pezzo musicale posso fare un toot in merito tanto la "pubblicità" è percepita tale solo per racconti/libri/illustrazioni?
se sono un comico e scrivo una riga/battuta al giorno, è autopromozione/pubblicità?

@ivanivan @emanuelegori @mastodon guardate, non volevo suscitare un vespaio.
Mi limiterò a silenziare o bloccare ciò che non ritengo opportuno appaia.

La mia indicazione riguardava lo "scopo di lucro", non il mostrare una propria opera, di qualsiasi natura sia.

Lo vedo come una potenziale falla all'interno di questo ecosistema, tutto qui.
È solo il mio punto di vista e di certo non decisivo rispetto alla volontà della maggioranza e dei gestori.

@trustlozio @emanuelegori @mastodon hai assolutamente ragione, penso che il "vespaio" sia naturale che venga fuori.
Io trovo che sia qualcosa su cui ragionare bene.
L'"arma" del singolo è il blocco/silenziamento.
Spero si eviti ciò che ho visto su Minds, dove i contenuti si possono pagare per boostarli... e si finisce immersi della peggio società (e non aggiungo altro).
Però l'arte e l'intelletto sono le cose che ci salvano. Forse l'unica forma autopromozionale buona da concedere...con regole.

@ivanivan @emanuelegori @mastodon la dinamica che riferisco è stata semplice.

Un utente ha scritto un toot riguardo a un genere letterario.Ho risposto che mi piaceva e ne avevo letto alcuni autori. Risposta: in italia ci sono i miei, qui li puoi comprare su amazon.

Ci sono rimasto di stucco. Libero lui di provarci, eh. E di vedere anche quanto dura, visto che non ho più interagito.

Ma se passa uno, perchè non possono passarne altri? E quanti sono accettabili?

Me ne farò una ragione.

@trustlozio @emanuelegori @mastodon sì capisco che intendi e probabilmente la sensazione di stupore provata..
Mmh...sì, è chiaramente autopromozione...si potrebbe tentare qualcosa tipo "bollino giallo" sui profili che dichiaratamente "possono proporre prodotti" come le app "possono mostrare contenuti pubblicitari".
Ovviamente può accadere per chi vende un libro... e per chi vende il Folletto o le batterie di pentole...

@ivanivan @emanuelegori @mastodon per chi fa self-publishing,l'autopromozione è l'unica arma per farsi conoscere.

Siccome le altre piattaforme sono già inflazionate,si cercano nuovi territori meno battuti.

Si tratta di capire se si vuole che questo accada o meno in questa istanza.

E, ribadisco perchè ci tengo, non è un punto verso qualcuno in particolare. Poteva esser quell'utente come un altro.

Speravo di non dover utilizzare il Blocca/Silenzia,almeno qui.😅

Grazie del confronto.🏴‍☠️

@trustlozio @emanuelegori @mastodon Penso che possa esistere (fattibile ma non saprei strutturare meglio l'idea) una sorta di mirror automatico... ogni istanza per default potrebbe avere uno script che genera un mirror dove vanno a finire tutti i contenuti "marked" come pubblicitari... in modo che siano visibili e navigabili solo da chi sceglie di entrare in quel mirror.
non c'è duplicazione di contenuti/peso...una versione clean e una con toot di carattere pubblicitario. oppure "CW automatici".

@mastodon il problema è capire cosa sono gli account "spirituali ed ascetici". Se un profilo invita alla frugalità e alla meditazione sta violando i termini di servizio? Io sposterei l'accento non sugli ACCOUNT, ma sui CONTENUTI prodotti. I contenuti "spirituali" possono essere di tanti tipi, e allora si potrebbe specificare che "non sono accettati contenuti improntati al fondamentalismo relgioso, al proselitismo e all'intolleranza", il che lascia spazio agli appelli per la pace di papa CIccio.

@gubi premesso che tutti possono citare liberamente papa ciccio, il dalai lama e il mostro di spaghetti volante pastafariano.

Account dedicati di devoti saranno solo invitati a spostarsi, non blocchiamo/sospendiamo nessuno.

C'è una linea sottile fra spiritualismo, esoterismo, meditazione.
Il maestro/guru non è un grande problema e nemmeno la medicina Ayurvedica ma preferiamo non ospitare account che mischiano troppo religione, meditazione e medicina, e li invitiamo in altre istanze, in pace.

@gubi @mastodon interessante analisi.
Se il mio account personale fa un toot con contenuti sulla meditazione, e nella bio ho un link che manda alla mia attività/azienda di yoga e meditazione/spiritualità, probabilmente rendo la cosa esplicita.
Per fondamentalismo religioso, tuttavia, si potrebbe fare una ulteriore analisi.
Postare frasi/citazioni da testi "sacri" sulla vita e sul benessere dello spirito equivale a fare proselitismo se in bio c'è un link a una qualche associazione spirituale?

@mastodon una curiosità: per quanto riguarda politici (locali o nazionali) che vogliano aprire un account per divulgare idee politiche? non intendo propaganda politica ma proprio nel senso di ragionamenti o discussioni politiche

@enricodam @MisterIce non siamo apolitici ma apartitici, quindi il partitino che viene qua a fare campagna elettorale con proclami e promesse anche no, ma tutti sono liberi di esprimere idee politiche.

Anche se un utente di mastodon diventa un candidato può esprimere liberamente le proprie idee, ma evitiamo il:
"vota antonio, vota antonio, 1 milione di posti di lavoro se voti antonio" che è autopromozione.

@enricodam premesso che esistono istanze come poliverso.org in cui non solo sono consentite ma sono addirittura benvenute realtà politiche, partiti, movimenti politici e personaggi politici, esistono istanze che consentono uno spazio anche per i partiti di una certa area politica come sociale.network di @gubi o infine istanze che sono estremamente permissive su ogni tipo di utente e di utenza; premesso tutto questo, quello che si dovrebbe chiedere a un partito politico che apre il suo profilo in una istanza gestita gratuitamente da volontari che magari li votano anche, è di aprire non un profilo ma una intera istanza dedicata ai propri simpatizzanti, sostenitori, attivisti e quadri!

Se #ElonMusk non ha tutti i torti a far pagare Twitter alle istituzioni che lo usano e, chissà, magari anche ai politici, chiunque lotti per creare spazi social indipendenti dalle piattaforme proprietarie, non chiede soldi ai partiti, ma magari chiederebbe loro di diffondere la cultura dei social liberi e federati, creandosi una propria istanza oppure pagando dei tecnici e dei moderatori per gestirla!

@mastodon

@mastodon un “accadde oggi”per fare un esempio,di tipo politico,come viene considerato?

@mastodon sono concettualmente d'accordo ma rivedrei la formulazione un po' troppo generale, può essere applicata a discrezione di chi legge, soprattutto "account religiosi"

@mastodon non saprei ci sto ancora pensando, però non vorrei che limitasse la spritualità delle persone. Un conto è limitare sette e movimenti estremisti, ma non ci trovo nulla di sbagliato nella spiritualità o nella fede personale

@togn3k Le persone possono continuare a seguire account religiosi da altre istanze, è anche un modo utile per decentralizzare.

@mastodon @togn3k proprio stamattina in un gruppo FB (!) lanciavo l'idea di un'istanza italofona (o addirittura un server su cui mettere sia un Mastodon che un Pixelfed) a tema religioso (cristiano cattolico in quel caso), sull'esempio di quella anglofona rcsocial.net ma magari inizialmente riservata ai profili 'istituzionali' . Questo è lo spirito!

@edosecco @togn3k in effetti e anche i partiti politici dovrebbero investire su una loro istanza, e sarebbero tutti seguibili da mastodon.uno.

be', gli ascetici ... Per il resto ottima. Cmq la mia proposta:

"propaganda e account di partiti o movimenti politici, religiosi, anche non riconosciuti o sette non sono disponibili su mastodon.uno ma su altre istanze."

@iusondemand "ascetici" serve per tener lontano santoni, guru, maestri di vita vari. in ogni caso vengono tutti invitati a spostarsi di istanza, non li silenziamo ne blocchiamo, potranno continuare ad essere seguiti altrove.

@mastodon si' si' , mi piace. A me l'asceta da' una idea positiva (tipo eremita), ma ho capito cosa vuoi dire.

@mastodon
Ma almeno un po' di satira è consentita o leviamo le tende?

@LucioSalis non accettiamo i partiti e la loro propaganda elettorale, mica chi fa satira. Anzi!

@LucioSalis se vuoi posso risponderti io, ma dimmi: preferisci la risposta lunga 🧐 o la risposta breve 😎?

@mastodon

@LucioSalis Beh, allora possiamo dire che fare satira all'interno di una istanza mastodon generalista è un po' come andare con un motoscafo all'Aquafan di Riccione... già se lo fa uno solo l'acqua comincia a diventare rossa, ma se iniziano a volerlo fare anche altri, quella che era una piscina, diventa una tonnara... 🙄🔺🐟🔺🐟🔺🐟🔺

@informapirata Magari! Purtroppo in Italia siamo rimasti Luca Medici e il sottoscritto a sapere cosa sia la Satira e come si faccia. Anche benigni, senza Cerami, è in pensione e Paolino Rossi fa cose confuse. Ma forse tu intendi i comicaroli alla Crozza o peggio.

@LucioSalis veramente in Italia la satira è finita in coma qualche giorno dopo , quando hanno riversato pece e piume su Luttazzi e tutto il pubblico ha abboccato riversando il proprio perbenismo su di lui perché "copiava"...
Il discorso però è che su un social è impossibile distinguere chi fa trolling da chi fa satira. Rispondere con un toot satirico a un utente che si fa i cavoli propri, e satira ma dentro a un social si chiama trolling...

@informapirata
Forse non hai capito chi sono. E il misero non fa ridere nemmeno se scivola. Le "sue" battute erao TUTTE tradotte dai comici inglesi e Usa, a parte qualche decina di battute mie. Ci ho lavorato tre mesi di fila per un serale su TMV... la regista se lo mangiava ogni sera: "Ma a te chi t'haa detto che se'n comico?"
Lei era Rita Vicario. E metteva il carico da 11: "Ma cazzo! Avete lucio Salis qui, non dico i testi, ma almeno copiategli i tempi cmici!"

@informapirata TMC, scusa. E poi il derelitto si chiama Fabbri. Luttazzi, quello vero, Lelio, era un gigante e un mio amico.

@LucioSalis Ho capito ma ormai Daniele Fabbri è per tutti uno stand up comedian de Roma... 😁
(E no, quello del comico romano non è un nome d'arte)

@informapirata
Si fa presto a ddire standup, in Italia l'ho portato io nel 1973 il primo esperimento, durato quattromila volte in mezza Europa. Ne ho sentito molti su Youtube, fanno molta pena. Alcune ragazze brave però ci sono. Poche e sconosciute, purtroppo.Ti faccio un nome: Laura Formenti. Nelle tv da 30 anni ci sono solo stalentati: zero testi, niente gavetta, niente faccia e personalità.

@informapirata
Scusa, non vedo il tuo messaggio privato. Me lo mandi alla mia email? lucio@cappittomihai.com

@informapirata
Però, se ti disturbo esco. Ho mille cose da fare. Se disturbo tutti, intendo. O tu sei il padrone? Absit iniuria verbis. Non conosco i titolari.

@LucioSalis figurati. Tu hai fatto una domanda e io ti ho dato una risposta.

Da quando è esploso il fenomeno mastodon è quello che faccio con tantissime persone che qui dentro fanno domande. Non sto dicendo che le mie risposte siano giuste, ma soltanto che le do sperando di fornire un po' di orientamento a chi si ritrova per la prima volta dentro questo strano e straordinario arcipelago di social federati

@mastodon Immagino che questa regola non includa però religioni e partiti politici non seri, tipo che so, feudalesimo e libertà o la religione "dudeism".

Accedi per partecipare alla conversazione
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon Italia!

Mastodon è un Social Network federato. Ciò significa che nessuna singola entità controlla l'intera rete, piuttosto, come la posta elettronica, i volontari e le organizzazioni gestiscono i propri siti indipendenti nei quali gli utenti possono interagire tra loro anche se registrati in siti differenti. Mastodon.uno è la prima istanza generalista indirizzata ai soli utenti di lingua italiana che fa parte della federazione mastodon e rispetta i principi cardine dei social decentralizzati: indipendenti, etici, liberi, gratuiti e autogestiti dalla propria community.

Questa istanza italiana è stata creata per dare uno spazio libero di condivisione e discussione a tutti gli utenti italofoni, sebbene i messaggi possano anche essere scritti in altre lingue, questa istanza di Mastodon è riservata esclusivamente ai soli utenti italofoni. Se non volete un social network in cui Mark Zuckerberg, Jack Dorsey o un altro CEO miliardario determini cosa potete pubblicare e quali post possano diventare popolari, Mastodon è una buona alternativa. Mastodon è costruito come una versione più etica di Twitter e al momento è il più grande social network decentralizzato.

Mastodon.uno si autofinanzia esclusivamente con le donazioni degli utenti utilizzando la piattaforma open Liberapay:


Benvenuti in una federazione di social dove gli inserzionisti non sono i padroni di casa.

Dove i vostri dati non sono confezionati e venduti.

Dove siete voi, non gli algoritmi, a decidere cosa vedere.

Dove puoi segnalare direttamente agli admin i contenuti ingannevoli.

Dove le azioni tossiche vengono tenute fuori.

Dove ti piace davvero passare il tempo.

Benvenuti sui social come dovrebbero essere.

Benvenuti su mastodon.uno.

Per sostenere mastodon si può anche offrire un caffè al gruppo devol che si occupa della gestione di questa istanza e di molte altre per garantire un futuro più libero e decentralizzato. E' possibile donare un caffè anonimamente senza l'obbligo di creare un account:


Oppure si possono fare donazioni con le criptomonete Bitcoin, Litecoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Stellar Lumens, Monero:


Puoi supportare mastodon anche utilizzando il browser Brave, attivandone gli annunci e donando la criptomoneta BAT che puoi accumulare nell'utilizzo di tutti i giorni.


Utilizzare un motore di ricerca decentralizzato e rispettoso della privacy come presearch può aiutare anche mastodon. Ad ogni ricerca accumulerai la criptomoneta PRE, al raggiungimento di 50 PRE, 25 verranno donati a mastodon se ti iscriverali cliccando dal banner qui sotto: presearch

Chi siamo e cos'è Mastodon