Segui

Nell'ultimo mese ho provato diverse distro ed ho stilato una classifica, totalmente personale basata sui miei gusti, che vorrei condividere con voi:

1. e

2.

3.

4.

5.

6. e

7.

8.

9.

9.

10.

10.

11.

12.

Mi piacerebbe sapere le vostre opinioni.

@inoculismeis non uso più Linux come os desktop ormai da molti anni, ma dalle ultime prove (un po’ per curiosità) che feci ricordo che Mint mi fece un’ottima impressione.

Condivido la scarsa affezione per Ubuntu; non mi è mai piaciuta particolarmente

@cristiancastellari Ubuntu è stato la mia prima distro, circa 10anni fa. Poi per abbandonare un po' il mondo Linux, ora avendo a disposizione diversi PC, mi è tornata la voglia di fare qualche prova. Le uniche due distro che sto utilizzando sono Arch e Mint, le altre non mi hanno convinto a sufficienza.

@inoculismeis l'ho installata una sola volta e me ne sono pentito, non ho capito il tipo di utenza a cui si rivolge

@doityourweb L'ho lanciata due volte sulla macchina virtuale, da quello che ho capito, è rivolta ad un'utenza "entry level-medium" che vuole avvicinarsi al mondo Arch e alla gestione di pacchetti: Pacman.

@inoculismeis si ma l'ho trovata un tantino incompleta, almeno un 2 annetti fa

@doityourweb incompleta e un po' una "copia" di altre distro

@inoculismeis non ho usato molto linux negli anni, ma quando anni fa ho fatto delle lezioni di ethical hacking ho usato Kali Linux. L'ho usato parecchio quel periodo e mi sono trovato bene, poi ho provato alcune distro tra cui Ubuntu che non mi è piaciuto molto. Alla fine mi sono installato Mint sia sul portatile che sul fisso.Anche BlackArch non mi pareva male, però come Kali è incentrato sull'hacking, quindi non molto adatto a un uso ordinario. Arch mi sono fermato durante l'installazione...

@inoculismeis dipende... come ho detto non ha molto senso per un uso ordinario. Se sei interessato puoi provare a installarlo su una macchina virtuale, tipo VirtualBox e provare a hackerare altre distro. Se non sbaglio c'era Metasploitable che era fatto apposta per essere hackerato per far pratica. Havevo visto anche degli strumenti per analisi forensi ma non li ho mai usati. Vedi tu se fa per te. BlackArch è più o meno uguale anche se mi pareva avesse più programmi preinstallati.

@inoculismeis una distro che vorrei provare io, focalizzata sulla sicurezza, è Qubes OS. Da quel che ho capito funziona un po' come una macchina virtuale, senza però necessità di un sistema operativo di base, quindi la devi usare con altre distribuzioni. Quindi magari ti installi Mint, Debian, e Kali. Una la tieni per le tue cose private, una per lavoro, e una per hackerare. In teoria vengono tenute completamente separate quindi anche se una è compromessa(malware), non influisce sulle altre.

@inoculismeis Se devo fare una classifica personale delle distro provate in questi anni secondo me uscirebbe così:

1. Arch Linux e openSUSE Tumbleweed
2. Fedora Silverblue
3. Fedora Kinoite (lo so, è uguale a Silverblue, ma non è ancora completa come quella distro) e Fedora Workstation
4. Elementary OS
5. Linux Mint e Ubuntu
6. Debian
7. Deepin

Già, non ho toccato tutte le distro, è incredibile anche solo aver provato openSUSE Tumbleweed (attualmente la distro che sto usando) :p

@inoculismeis lol, posso chiederti come mai non ti piace Elementary OS? A me piace esteticamente e anche l'idea del App Center, ma la trovo troppo minimale e sembra "chiusa in sé stessa", soprattutto riguardo ai programmi ottimizzati per quella distro

@OlioDiPalmas Troppo minimale, non mi piace per niente la grafica e sembra uno di quei sistemi "pacco" fatti per risparmiare ahahahha

@inoculismeis usato poco Linux negli ultimi anni, ma nel cuore mi sono rimaste soprattutto Debian e Red Hat, ora Fedora. Le trovo entrambe splendide, provato Mint, fatta veramente bene, mentre anche io la famiglia Ubuntu non è che la abbia apprezzata molto. Come ambiente grafico Gnome 3 settato bene, con le barre superiore ed inferiore e vari addon, non la batte nulla e nessuno. Se solo su Linux potessi usare Capture One Express ci farei un serio pensiero di reinstallarla

@mauroaferraro nel database di "wine" è presente questo:
appdb.winehq.org/objectManager

ma non so dirti se funziona o meno. Linux se non puoi sceglierlo come main OS, è un ottimo secondo da tenere lì pronto.

@inoculismeis
Io sono entrato in Linux nel 2019.
Installai Mint, ma non piacque il fatto che fosse tradatto un po' male e che fosse un po' spoglio. Quindi passai a Ubuntu e lo mantenni fino a dicembre 2021. Lì iniziai ad esplorare un po' fino ad optare per Debian. Nonostante mi piacesse, lo vidi un po' troppo disordinato.
Guardandomi intorno, provai Mint aggiornato: ne restai affascinato e tutt'ora lo utilizzo. Mi piace perché è tutto già pronto. Purtroppo sono un utente inesperto.

@emmezen Ho iniziato con ubuntu, presi un po' mano con il sistema Linux e ho provato tantissime distro per poi ritornare sempre su Mint (main distro). A dirla tutto ho ancora fisso con Ubuntu, ma non ricordo neanche la versione ahaha

@inoculismeis Premetto che sono un utente di basso livello, nel senso che non sono un esperto, ho semplicemente imparato a non far danni! 🤪
Detto questo sono partito da Ubuntu, poi passato a Debian ed ora sono a Fedora.
La mia classiffica è:
1. Fedora
2. Debian
3 Ubuntu.

Fedora ha, secondo me, quel compromesso tra aggiornamento e stabilità che è ottimo per un utente inesperto (qual sono). Inoltre ha una buona community italiana su Telegram, che penso sia un buon punto di forza.

@versodiverso
Fedora non mi piace semplicemente perché usa GNOME

@inoculismeis In realtà io la uso con KDE, come puoi vedere dal mio nick 😝. Dalla 32 in poi hanno fatto un gran lavoro.

@inoculismeis @linux Fermandomi agli ultimi due anni ho usato prima Manjaro e mi è piaciuta molto ma il modello rolling release alla fine paga pegno e il sistema è divenuto progressivamente sempre più instabile. Piuttosto che fare una ISO refresh o voluto provare Fedora che recentemente si è serenamente aggiornata da 35 a 36. Il plus indiscutibile delle distribuzioni Arch based è AUR. Con Fedora per installare tutto quello che uso per lavoro ho dovuto usare pure Homebrew e apt.

@sardumaccu
Manjaro mi è piaciuto tantissimo, ma non mi ha conquistato quanto Mint😅
@linux

@inoculismeis @linux Mint l'ho usato a lungo e mi piace tanto ma per il mio ultimo notebook inizialmente patch del kernel e driver erano disponibili solo per Arch mentre ora la comunità supporta bene Fedora. Per cui niente ritorno a Mint per un po'.

@inoculismeis Iniziato con parecchi anni fa, non mi aveva convinto ma probabilmente anche per colpa mia che inesperto mi aspettavo un "Windows dalla grafica diversa"

Di recente ho provato KDE con il quale mi ero trovato molto bene, poi 35 GNOME e ora .

Dovendo fare una classifica metterei le due arch-based prima di Fedora solo per la comodità dell'AUR, anche se non saprei distinguerne una migliore tra le due... Tu perché hai preferito Manjaro?

@leo_mantooo
Ciao Leo!
Ho preferito Manjaro in primis per l'ambiente grafico KDE Plasma (so che c'è la versione in Gnome, ma ho l'allergia 🤣) e poi per la sua impronta user-friendly.

@inoculismeis Dopo averle provate quasi tutte, da qualche anno utilizzo "in produzione" KDE Neon neon.kde.org/
Una distro basata sull'ultima LTS di Ubuntu, ma con il desktop environment sempre aggiornato.

@sergiogridelli
Buongiorno Sergio, non ho ancora provato Neon Kde e credo che sarà la prossima. Grazie della dritta! ☺️

@inoculismeis bella lista, molte distro sono anche le mie preferite.
Ma nel mio cuore rimane sempre e unica e sola distro & un matrimonio quasi perfetto. :archlinux:

@mgp2674
Già 😍 KDE si batte il primo posto con Cinnamon 🙃

@inoculismeis secondo me linuxmint, e per la precisione il de cinnamon, sembra sempre lo stesso da anni.

@inoculismeis sulle prime due condivido. Alcune non le ho provate quindi non posso esprimermi. Opensuse invece la uso spesso e l’avrei messa più in alto nella classifica.

@neuromancer
Non ho una grandissima esperienza da poter dire "Linux lo conosco come le mie tasche", anzi tutt'altro, forse è per questo che non ho apprezzato Opensuse.

@inoculismeis hai apprezzato Arch e Debian, è più che sufficiente credimi 👍

@inoculismeis all'inizio usavo Mandrake (ora Mandriva) perché era molto user friendly, poi sono passato al mio primo grande amore, la Slackware. Dopo son passato a Ubuntu e a Suse che ho usato per parecchio tempo. Adesso per svariati motivi devo usare Winzozz, ma su un vecchio laptop ho linuxmint che tiro fuori quando mi prende la nostalgia.

@inoculismeis la discussione in corso sembra focalizzarsi sui desktop environment più che sulle distro. Personalmente ho scelto Ubuntu per l'installazione più semplice e per usufruire dei pacchetti .deb ma come window manager uso i3

@inoculismeis mi viene il dubbio che 12 distro in un mese non riesci mica a provarle. Che criteri hai usato per la classifica?

@rothgar
Partiamo dal presupposto che alcune già le conoscevo bene e considera che alcune le avevo già installate, da tempo, su uno dei miei PC. Ecco che puoi capire che classifica è oltreché personale, basata sul gusto, è anche su come la distribuzione lavora con l'hardware.

Accedi per partecipare alla conversazione
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon Italia!

Mastodon è un Social Network federato. Ciò significa che nessuna singola entità controlla l'intera rete, piuttosto, come la posta elettronica, i volontari e le organizzazioni gestiscono i propri siti indipendenti nei quali gli utenti possono interagire tra loro anche se registrati in siti differenti. Mastodon.uno è la prima istanza generalista indirizzata ai soli utenti di lingua italiana che fa parte della federazione mastodon e rispetta i principi cardine dei social decentralizzati: indipendenti, etici, liberi, gratuiti e autogestiti dalla propria community.

Questa istanza italiana è stata creata per dare uno spazio libero di condivisione e discussione a tutti gli utenti italofoni, sebbene i messaggi possano anche essere scritti in altre lingue, questa istanza di Mastodon è riservata esclusivamente ai soli utenti italofoni. Se non volete un social network in cui Mark Zuckerberg, Jack Dorsey o un altro CEO miliardario determini cosa potete pubblicare e quali post possano diventare popolari, Mastodon è una buona alternativa. Mastodon è costruito come una versione più etica di Twitter e al momento è il più grande social network decentralizzato.

Mastodon.uno si autofinanzia esclusivamente con le donazioni degli utenti utilizzando la piattaforma open Liberapay:


Benvenuti in una federazione di social dove gli inserzionisti non sono i padroni di casa.

Dove i vostri dati non sono confezionati e venduti.

Dove siete voi, non gli algoritmi, a decidere cosa vedere.

Dove puoi segnalare direttamente agli admin i contenuti ingannevoli.

Dove le azioni tossiche vengono tenute fuori.

Dove ti piace davvero passare il tempo.

Benvenuti sui social come dovrebbero essere.

Benvenuti su mastodon.uno.

Per sostenere mastodon si può anche offrire un caffè al gruppo devol che si occupa della gestione di questa istanza e di molte altre per garantire un futuro più libero e decentralizzato. E' possibile donare un caffè anonimamente senza l'obbligo di creare un account:


Oppure si possono fare donazioni con le criptomonete Bitcoin, Litecoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Stellar Lumens, Monero:


Puoi supportare mastodon anche utilizzando il browser Brave, attivandone gli annunci e donando la criptomoneta BAT che puoi accumulare nell'utilizzo di tutti i giorni.


Utilizzare un motore di ricerca decentralizzato e rispettoso della privacy come presearch può aiutare anche mastodon. Ad ogni ricerca accumulerai la criptomoneta PRE, al raggiungimento di 50 PRE, 25 verranno donati a mastodon se ti iscriverali cliccando dal banner qui sotto: presearch

Chi siamo e cos'è Mastodon