So guardare il dolore
– pozze intere di esso –
ci sono abituata.
Ma il minimo urto di gioia
mi imbroglia i piedi
e ruzzolo – ubriaca

Emily Dickinson

E piove in petto una dolcezza inquieta.

E. Montale

ci pensate mai alle balene di notte, nell'oceano aperto, sotto le stelle? Quell'aria immensa e gli scrosci d'acqua che inondano l'abisso.

Ricordo che mia madre
entrava nella mia stanza
ed era maggio
e i grilli cucivano la campagna
là lontano.
Nell’aria dolce
come dopo una febbre
stavamo in quel silenzio
che entrava dappertutto.

Nino Pedretti - il silenzio

Cosa resterà di ciò che ho scritto?
La mano tesa all’ignoranza.
Il mio nome scritto sull’acqua.
I buongiorno che si son persi per strada.
Cosa resterà?
Che cazzo resterà delle mie
pretese?
Mi affidate le vostre speranze,
ma io non credo più
ai santini dell’amore.
L’amore, ‘sto stronzo, è solo una
colica dello spirito.

Éliane Michaud

... nel calice dell’amore
io sono virtualmente
il nulla.

Alda Merini

Esci dal mare, dal mare mi entri ora.
Le mie labbra sognano già coi tuoi sapori.

Rafael Alberti

“Voialtri - diceva mio padre - vi annoiate, perché non avete vita interiore.”

— Natalia Ginzburg

«Continuiamo a fare l’amore?»

hai detto non ancora sveglia una mattina,

per tutta la notte ci eravamo solo sfiorati

con la punta delle dita, con i piedi

e ora per arrivare alla pienezza

sono bastate le tue parole

e un lieve bacio di addio sulle labbra.

Antonio Porta

Anna,svegliati, ricordati
la solitudine è sempre tempo passato con il mondo
ecco la stanza con tutti quanti dentro
i tuoi amici morti, passano attraverso di te, come una crepa sul muro
non aver paura Anna
la fine del mondo è talmente lontana
che è già alle nostre spalle.

dal film, "Lontano da qui".

sto vedendo un film bellissimo...pieno di poesia...The Kindergarten Teacher. Questa è una poesia recitata da un bambino di 5 anni:

Anna è bella
bella abbastanza per me
il sole colpisce la sua casa gialla
e sembra quasi un segno di Dio.

– Che cosa guardi così? – gli chiese colla voce fragile, lontana, straziante come il suo volto doloroso. – Un infinito, i tuoi occhi –
Cesare Pavese

Esiste una stanchezza dell'intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze.Non è pesante come la stanchezza del corpo,e non è inquieta come la stanchezza dell'emozione. È un peso della consapevolezza del mondo,una impossibilità di respirare con l'anima

Fernando Pessoa

Parliamo con gli alberi, attraverso un articolo di Tizano Fratus

...E almeno per una volta

inciampare in una pietra,

bagnarsi in qualche pioggia,

perdere le chiavi tra l'erba;

e seguire con gli occhi una scintilla di vento;

e persistere nel non sapere

qualcosa d'importante.

Wislawa Szymborska

Ad ogni incontro con la primavera
non so star quieta – sorge il desiderio
antico, un’ansia mista ad una attesa,
una promessa di bellezza
ed una gara di tutto il mio essere
con qualcosa che in essa si nasconde.
Quando la primavera svanisce, v’è il rimorso
di non averla guardata abbastanza.

- Emily Dickinson -

Mostra più vecchi
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon Italia! Qui potete leggere Chi Siamo

Mastodon è un Social Network federato. Ciò significa che nessuna singola entità controlla l'intera rete, piuttosto, come la posta elettronica, i volontari e le organizzazioni gestiscono i propri siti indipendenti nei quali gli utenti possono interagire tra loro anche se registrati in siti differenti. Mastodon.uno è la prima istanza generalista indirizzata ai soli utenti di lingua italiana che fa parte della federazione mastodon e rispetta i principi cardine dei social decentralizzati: indipendenti, etici, liberi, gratuiti e autogestiti dalla propria community.

Questa istanza italiana è stata creata per dare uno spazio libero di condivisione e discussione a tutti gli utenti italofoni, sebbene i messaggi possano anche essere scritti in altre lingue, questa istanza di Mastodon è riservata esclusivamente ai soli utenti italofoni. Se non volete un social network in cui Mark Zuckerberg o un altro CEO miliardario determini cosa potete pubblicare e quali post possano diventare popolari, Mastodon è una buona alternativa. Mastodon è costruito come una versione più etica di Twitter e al momento è il più grande social network decentralizzato.

Mastodon.uno è gestito dal gruppo Gruppo Devol, potete rimanere aggiornati su mastodon iscrivendovi alla Newsletter Devol ed al canale telegram Devol Italia dove verranno pubblicati i comunicati ufficiali.

Mastodon.uno si autofinanzia esclusivamente con le donazioni degli utenti utilizzando la piattaforma open Liberapay:


Benvenuti in una federazione di social dove gli inserzionisti non sono i padroni di casa.

Dove i vostri dati non sono confezionati e venduti.

Dove siete voi, non gli algoritmi, a decidere cosa vedere.

Dove puoi segnalare direttamente agli admin i contenuti ingannevoli.

Dove le azioni tossiche vengono tenute fuori.

Dove ti piace davvero passare il tempo.

Benvenuti sui social come dovrebbero essere.

Benvenuti su mastodon.uno.

Per sostenere mastodon si può anche offrire un caffè al gruppo devol che si occupa della gestione di questa istanza e di molte altre per garantire un futuro più libero e decentralizzato. E' possibile donare un caffè anonimamente senza l'obbligo di creare un account:


Oppure si possono fare donazioni con le criptomonete Bitcoin, Litecoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Stellar Lumens, Monero:


Puoi supportare mastodon anche utilizzando il browser Brave, attivandone gli annunci e donando la criptomoneta BAT che puoi accumulare nell'utilizzo di tutti i giorni.


Un motore di ricerca decentralizzato e rispettoso della privacy come presearch può aiutare anche mastodon. Ad ogni ricerca accumulerai la criptomoneta PRE, al raggiungimento di 50 PRE, 25 verranno donati a mastodon se ti iscriverai cliccando qui sotto: presearch

Chi siamo e cos'è Mastodon