ginetto condiviso

Hey #admins, are you seeing lots of follows from at-followbot-at-search.fedi.app? It seems to be hitting lots of instances.

I can't think of a single plausible explanation for that behavior beyond content indexing, and so I've suspended that instance. I'm not saying *you* should, too, but you may wish to consider it.

Please boost for awareness.

Per esempio questi admin non nascondono che hanno un'attività commerciale. Sono imprenditori o cose così. E però oltre al lavoro c'è la passione. Per il free software e per i diritti. Non sono san Franceschi o Gesù. Avendone la possibilità e la capacità mettono in piedi servizi liberamente. Senza usarli come mezzi pubblicitari o trampolini. Ma senza nemmeno voler passare per martiri o santi o persone che lavorano gratis per il bene dell'umanità.

Mostra thread

Anche su determinate istanze mastodon straniere, ho notato che l'admin (o gli admin) sono molto più trasparenti. Non hanno problemi a dire che sono in uno o tre a gestire la baracca. A fare report delle spese, dove è hostato il servizio, se usano una cdn o un'altra, se hanno difficoltà ecc. Non è un peccato capitale chiedere soldi. Le regole ci sono e vengono fatte rispettare senza per questo passare da tiranni. Tutto molto rilassato. Tutto palese e senza il sentore di secondi fini.

O per esempio.
Una cosa che ho notato ultimamente due volte.

Mailing list muta da mesi. O un altro gruppo telegram, assolutamente anch'esso muto.
Una persona manda un messaggio. Sì, un po' OT, ma non troppo.
La lista/gruppo si risveglia. "Sei OT". "Sì sei OT". "Questo posto non serve per queste domande." "Apri un gruppo tuo."

Forse solo il silenzio e il mortorio non sono off topic.

Ma il problema non è la gente. Questa è una conseguenza.
Dovrebbe essere chi fa nascere una comunità (così come chi gestisce un sindacato, o un qualsiasi gruppo) a facilitare l'inclusione, a far sentire le persone a proprio agio, a non permettere che la domanda stupida di un nuovo arrivato venga derisa. E sì, ripetere la stessa risposta all'infinito se necessario. Evitare il classico "leggi il manuale" o "cerca su google".

E la poca trasparenza. Le scelte fatte dietro le quinte. La paura del confronto e di un'eventuale bocciatura della propria idea. I doppi binari e i doppi giochi.
La poca inclusività. I circoli ristretti. La poca apertura verso idee provenienti dal di fuori.
Un po' il problema che hanno i sindacati e che hanno avuto i partiti (e si vede com'è andata).
La gente pecorona e intimorita da quelli che stanno in alto. O disillusa o sempre alla ricerca di complotti e dietrologie.
Bah

Comunque sapete cosa penso? (Anche se il mio pensiero non vale nulla).
O meglio, è un'impressione.
Le community italiane non sono mai sane. Non so.
Anche nelle community del free software (a parte che bisogna vedere se esistono), c'è sempre del tossicume.
Il padre padrone, e anche gente che vuole il padre padrone, quando invece dovrebbe esserci un concerto di idee e azioni. L'uomo solo al comando. Il machismo. Il ce l'ho più grosso. Il capisco tutto io e voi non valete un caxxo.

Sicché @loweel se non vedo male, mi aveva bloccato appena avevo cambiato account.
È facile fare il papa autarchico sul terrazzo, e stare lì a lanciare giudizi e a dare frustate a destra e a manca risultando talvolta offensivo e insensibile, e bloccare chi si azzarda a discutere le sue tesi.
Peccato.
O forse meglio così. Dopotutto non sto su fw e su twitter proprio perché non ho voglia di perdermi in discussioni infinite con gente che ama contraddire gli altri e cercare di metterli in fallo.

Allora lo scambio di vedute con @loweel è andato storto e ha preso la via sbagliata.

Quel che invece penso, indipendentemente dalle questioni tecnicoprovincialiste, è che è arrivata l'epoca del privacywashing.
Come i produttori di cose inquinanti iniziarono ad appiccicare l'etichetta green per vendere lo stesso i prodotti anche se di ecologico non hanno nulla, oggi siamo in una situazione simile. L'accoppiata privacy e crittografia è buona per attirare gli acquirenti.

Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon Italia!
This is an italian instance, please don't register if you can't read or write in italian.
Mastodon.uno è il primo social italiano indipendente generalista, etico, libero, gratuito, decentralizzato è una istanza italiana che fa parte della federazione mastodon: il fediverso. Mastodon.uno è l'istanza italiana del fediverso che rispetta la privacy: senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità.
Mastodon.uno non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari.
Mastodon.uno è il social etico che non ti profila e non usa algoritmi, non deciderà mai cosa devi vedere, cosa devi comprare e quali persone seguire. Per maggiori informazioni qua abbiamo creato la prima guida italiana a mastodon.

Perchè iscriversi a mastodon.uno

Mastodon.uno è l'istanza esclusivamente italiana limitata solo a chi comprende e scrive l'italiano.
Siamo la prima community italiana ad essere consigliata dal sito ufficiale di mastodon, in quanto seguiamo rigidi criteri di affidabilità fra cui: backup giornalieri, più di un responsabile tecnico disponibile in caso di emergenza, garanzie tecniche nel mantenere il sito sempre attivo online, moderazione attiva contro azioni discrimitorie e di odio, nessuno scopo di lucro. Mastodon.uno è inoltre una delle poche istanze in cui è attiva la ricerca sul testo, che è disattivata nella maggior parte delle istanze per risparmiare sui costi, noi forniamo un servizio completo per mantenere una memoria storica su ciò che si scrive e poterlo facilmente recuperare.

Supporta la community Italiana

Dal momento che non abbiamo alcuno scopo commerciale, non serviamo annunci promozionali e non vendiamo dati, ci affidiamo al vostro supporto. Se utilizzi mastodon.uno e ti piace la guida che aggiorniamo costantemente su mastodon.it fai una donazione, per aiutarci bastano pochi centesimi alla settimana per coprire i costi di un account attivo:



Mastodon non ti obbliga a iscriverti con il tuo nome e cognome o con il tuo numero di telefono, puoi mantenere la tua privacy ed utilizzare qualsiasi nome, abbiamo solo bisogno di una email per la verifica. Oppure al contrario se desideri avere un account vericato puoi verificare la tua identità. Se hai un sito basta inserire un piccolo script che trovi nel tuo pannello di modifica del profilo all'interno della homepage del tuo sito/blog. Oppure utilizzando l'app open source keybase per verificare la propria identità su più social: keybase su mastodon.uno
Mastodon.uno è l'istanza italiana gestita da utenti italiani per gli utenti italiani, spetta a te decidere cosa vedere in modo cronologico scegliendo chi seguire, unisciti al team di supporto e diventa un utente sostenitore.
Mastodon.uno è una istanza italiana collegata a tutto il network mastodon, è autogestita ed autofinanziata, non è una società che cerca di creare profitto dalla tua vita e dai tuoi contenuti, non raccoglie, elabora e vende informazioni personali. Mastodon si autofinanzia con le donazioni, il tuo supporto via Patreon e Liberapay è fondamentale per mantenere questo servizio attivo ed efficiente.