E' uscita la quarta puntata della newsletter dei sul ed il web decentralizzato.

In questo numero si parla del perchè lasciare , dei prossimi lavori di manutenzione dei server e di .

La è disponibile qui:

buttondown.email/devol/archive

e ci si può iscrivere anche da qui:

buttondown.email/devol/

i contenuti sono in creative commons e non vi è alcun tracciante nelle email.
IN alternativa è possibile seguirla con il feed rss:

buttondown.email/devol/rss

I dati personali di oltre 500 milioni di utenti di sono stati pubblicati online in un forum di hacking: i dati includono numeri di telefono, nomi completi, posizione, indirizzo e-mail e biografia e potrebbero essere utilizzati da cybercriminali per frodi e furto di identità businessinsider.com/stolen-dat

aaaaaaand it's gone.

bye @facebook, non mi mancherai affatto.

Uno degli scopi di è quello di diffondere una coscienza critica sulla comunicazione mediata dai social, non certo quello di creare un culto per il proprio social “alternativo”, ed è fantastico che il lavoro che facciamo sia stato di ispirazione a @xplosionmind per questo progetto che critica aspramente i social ma da anche qualche soluzione:

quitsocialmedia.club/soluzioni

Invito tutti a leggerlo per non rischiare di scivolare anche noi nella semplicistica autocelebrazione di noi stessi

"Non barattiamo i nostri dati per i loro servizi!"

In home page di repubblica.it l'imperdibile video inchiesta di chi cerca alternative ai giganti del web.

Fra gli interventi ci sono interviste a @lealternative, Stefano Quintarelli @quinta, i Fridays for Future @fffitalia, Gael Duval di e.os @gael e al sottoscritto come fondatore di mastodon.uno e membro dei devol.it

Si parla fra gli altri di , , e di

RT @Laura_Giani1
In a time when standing up against racist state violence and racism in general is so important, @facebook blocks messages asking white people to be better allies?!? This is absolutely ridiculous and shocking.

Mostra più vecchi
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon in italiano!

Mastodon.uno è il social italiano generalista, indipendente, etico, libero, gratuito, decentralizzato ed autogestito dalla propria community.

E' la prima istanza generalista in lingua italiana che fa parte della federazione mastodon.

Questa istanza italiana è stata creata per dare uno spazio libero di discussione e condivisione a tutti gli utenti italofoni, sebbene i messaggi possano anche essere scritti in altre lingue, questa istanza di Mastodon è riservata esclusivamente ai soli utenti italofoni.

Mastodon.uno si autofinanzia esclusivamente con le donazioni degli utenti utilizzando la piattaforma open Liberapay:


Benvenuti in una federazione di social dove gli inserzionisti non sono i padroni di casa.

Dove i vostri dati non sono confezionati e venduti.

Dove siete voi, non gli algoritmi, a decidere cosa vedere.

Dove puoi segnalare direttamente agli admin i contenuti ingannevoli.

Dove le azioni tossiche vengono tenute fuori.

Dove ti piace davvero passare il tempo.

Benvenuti sui social come dovrebbero essere.

Benvenuti su mastodon.uno.



Vi invitiamo a diventare membri attivi e sostenitori per garantire un futuro più libero e decentralizzato con donazioni via paypal, carte e bonifico:


Oppure si possono fare donazioni con le criptomonete Bitcoin, Litecoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Stellar Lumens, Monero:




Chi siamo e cos'è Mastodon