Notizie, leggi e curiosità, tutto sullo nel lavoro pubblico e privato. Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter cutt.ly/yzi5HPo

Giovedì 28 ottobre 2021, spegni il computer e aderisci al primo sciopero nazionale a favore dello nella pubblica amministrazione. cutt.ly/qRvFcNL

⚙️ linee guida per la , oltre il danno arriva la beffa. Leggi il nostro commento e scarica le linee guida del Ministro Brunetta.
cutt.ly/FRQC7NZ

Una affermazione che potrebbe sembrare una apertura verso lo ma che in realtà sottointende tutte le condizionalità e dettate da Ministro e amministrazioni.
"Ogni amministrazione potrà fare lo smart working che vuole" (Brunetta) askanews.it/cronaca/2021/10/21

⚙️ Diritto allo nella pubblica amministrazione, Sciopero Nazionale 28 ottobre 2021. A disposizione i materiali informativi e da distribuire. cutt.ly/qRvFcNL

Nonostante si cerchi in tutti i modi di affossare lo smart working nel pubblico impiego, fino al 31 dicembre 2021 è ancora possibile prestare a distanza una parte della propria prestazione lavorativa. Vademecum per la sopravvivenza
cutt.ly/pRij8t7

▶️ e pubblica amministrazione: indizione stato di agitazione e avvio procedura di conciliazione.
cutt.ly/oE4PCI5

A seguito del parere favorevole della Conferenza Stato Regioni e Unificata del 7 ottobre 2021 al DM “Brunetta”, la segreteria nazionale di Smart Workers Union proclama lo stato di agitazione del personale del pubblico impiego.
cutt.ly/PE3GciD

Se il modello di proposto nel nostro paese è quello assistenziale, il rischio di farlo diventare una misura di genere è alto.

La federazione CSE Funzioni Locali e Polizie Locali, di cui Smart Workers Union fa parte, ha provveduto ad inviare una nota al Ministro degli Affari regionali, al Presidente della Conferenza Stato-Regioni, all’ANCI e all’UPI in merito allo schema di DM che Il Ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta intende adottare per richiamare i dipendenti pubblici al lavoro in presenza, invitando gli stessi a valutarne le criticità e proporre le opportune modifiche. cutt.ly/QEKp5sq

➡️ nella PA: schema di DM peggio del Dpcm, leggi il nostro commento e scarica la bozza cutt.ly/yEJOVFa

In queste ore sta circolando la prima bozza del DM Brunetta sui rientri in presenza nella . Da una prima analisi sommaria del testo si può definire tranquillamente il tentativo di cancellare definitivamente lo nel pubblico impiego.

I risparmi ottenuti dalla mancata erogazione dei buoni pasto, potranno essere utilizzati come “indennità da smart working” per compensare le spese sostenute dai dipendenti per lavorare da casa.
Leggi cutt.ly/fEAHkmJ

▶️ Superate le 21.500 adesioni per il diritto allo . Continuate a sostenere la nostra petizione change.org/smartworking

🔶Smart Working: proroga per i lavoratori fragili -
Il decreto 111/21, modificato in fase di conversione ed in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale sancisce la proroga al 31/12/2021 del diritto allo per i lavoratori fragili.
cutt.ly/SEOcCPY

Ipotetico duello tra @renatobrunetta e @AndreaOrlandosp sullo ,secondo il @ilfoglio_it vinto dal primo perchè si è accorto della crisi degli esercizi pubblici, degli affitti e della produttività, mentre il secondo farebbe finta di nulla. Siamo al

Ottima l'analisi giuridica di sul Dpcm "Brunetta" che dimentica l'esistenza di alcuni decreti e declassa lo a modalità di lavoro eccezionale senza disporre di dati per un'analisi ed un monitoraggio sul lavoro agile. Un bel passo indietro per la .

Dice giustamente su Domani Giornale , il rientro in ufficio non può essere uguale per tutti, partire dalle valutazioni e dalle preferenze dei lavoratori consentirebbe di tenere conto di tutte le specificità delle occupazioni e delle condizioni individuali

Il work location tools di per i lavoratori americani in altro non è che le nostre "gabbie salariali". Da noi sono state abolite dalla legge dopo lo sciopero del 1969. La legge 81/2017 sancisce parità di retribuzione tra chi lavora in presenza e remoto.

Mostra più vecchi
Mastodon Italia Social

Benvenuto su Mastodon in italiano!

Mastodon è una rete sociale federata. Ciò significa che nessuna singola entità controlla l'intera rete, piuttosto, come la posta elettronica, i volontari e le organizzazioni gestiscono i propri server indipendenti nei quali gli utenti possono interagire tra loro anche se registrati in server differenti. Mastodon.uno è la prima istanza generalista indirizzata ai soli utenti di lingua italiana che fa parte della federazione mastodon e rispetta i principi cardine dei social decentralizzati: indipendenti, etici, liberi, gratuiti e autogestiti dalla propria community.

Questa istanza italiana è stata creata per dare uno spazio libero di condivisione e discussione a tutti gli utenti italofoni, sebbene i messaggi possano anche essere scritti in altre lingue, questa istanza di Mastodon è riservata esclusivamente ai soli utenti italofoni. Se non volete un social network in cui Mark Zuckerberg, Jack Dorsey o un altro CEO miliardario determini cosa potete pubblicare e quali post possano diventare popolari, Mastodon è una buona alternativa. Mastodon è costruito come una versione più etica di Twitter e al momento è il più grande social network decentralizzato.

Mastodon.uno si autofinanzia esclusivamente con le donazioni degli utenti utilizzando la piattaforma open Liberapay:


Benvenuti in una federazione di social dove gli inserzionisti non sono i padroni di casa.

Dove i vostri dati non sono confezionati e venduti.

Dove siete voi, non gli algoritmi, a decidere cosa vedere.

Dove puoi segnalare direttamente agli admin i contenuti ingannevoli.

Dove le azioni tossiche vengono tenute fuori.

Dove ti piace davvero passare il tempo.

Benvenuti sui social come dovrebbero essere.

Benvenuti su mastodon.uno.

Per sostenere mastodon si può anche offrire un caffè al gruppo devol che si occupa della gestione di questa istanza e di molte altre per garantire un futuro più libero e decentralizzato. E' possibile donare un caffè anonimamente senza l'obbligo di creare un account:


Oppure si possono fare donazioni con le criptomonete Bitcoin, Litecoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Stellar Lumens, Monero:


Puoi supportare mastodon anche utilizzando il browser Brave, attivandone gli annunci e donando la criptomoneta BAT che puoi accumulare nell'utilizzo di tutti i giorni.




Chi siamo e cos'è Mastodon